D’autunno, domenica.

D’autunno, domenica.
Ascolto i miei pensieri cadere nel vuoto,
come le foglie di stagione consumano il peccato.
Vedo i miei riflessi e le paure di essere abbandonato,
inciampo sull’orlo di un desiderio inascoltato.
Muore e rinasce qui il mio giorno completato,
ai piedi di un amore calpestato,
come foglie…d’autunno, domenica.

©Tony

Congettura di Collatz

Reposted from @io.mirea (@get_regrann) – C’è questa congettura di Collatz

Che ancora non è stata realizzata

Però si verifica

Con qualsiasi numero naturale

E calcola l’orbita di qualsiasi numero, fino ad arrivare a 1

Per qualsiasi numero naturale

Se è pari lo dividiamo per 2

Se è dispari lo moltiplichiamo per 3 aggiungendo poi 1

Prima o poi torna a 1

Tutti i numeri che ne escono dopo il primo sono l’orbita di quel numero che torna a 1

Quindi

Facendo un esempio… Per calcolare l’orbita di 10 con questa congettura

10 è pari e lo dividiamo per 2

Diventa 5

Che è dispari

Quindi lo moltiplichiamo per 3 e aggiungiamo 1

Diventa 16

È pari dividiamo per 2

Diventa 8

È pari dividiamo per 2

Diventa 4

È pari dividiamo per 2

Diventa 2

È pari dividiamo per 2

Diventa 1.

Quindi l’orbita di 10 è… 5, 16, 8, 4, 2, 1

Questo secondo la congettura di Collatz

Detto ciò, se l’applichiamo

Vedere il fallimento con l’occhio di Collatz e la sua congettura

Calcolarne l’orbita

Per arrivare a 1

A noi

Certo spesso si parte da numeri altissimi

Ma chi non si ferma arriva a 1

Il fallimento è un qualcosa che ti tiene in movimento

Fino al punto 1

Noi siamo sempre in movimento

In orbita

Tutto torna … A noi.

Tutto ciò che c’è stato prima … Era per arrivare a noi… Al 2 … A due 1

Nulla accade per caso. – #regrann

Passi

Passi svelti, come fossero tasti di un pianoforte , suonare concentrandosi sui ricordi, mentre scappi via dalla strada e dalla malinconia.
Passi rumorosi, come fossero tamburi della batteria, ritmo magico come ieri erano i giorni accesi dell’estate, tornando a ballare sulla sabbia rovente.
Passi come quando resti fermo, con accanto l’illusione di poter tornare indietro, tenendo il tuo violino tra le mani, e in faccia il dipinto della paura del domani.
Passi questa storia, speranza vana di condividere quel senso rimasto chiuso dentro casa, bloccato tra le tende e la finestra, mentre fuori il vento chiama.

©Tony M (2019,ottobre)

Il porto proibito

È sempre una partenza provvisoria
ti carichi d’affetto, carezze e vivi di dolcezza
senza immaginare che ogni bagaglio ha un limite
e la misura della distanza non si può gestire.
Tu hai osato di più
nel viaggio verso il porto proibito
hai dato tanto senza mai riscuotere
il senso della vita è stato breve
il vento ha mancato le vele.
Tu hai amato di più
una medaglia non è una conquista
vita solitaria strappando bottoni alla blusa
ma un capitano segue la rotta
anche quanto il naufrago disperde la flotta.

©Tony M (2019,ottobre)

Alessandra

Ti riconosco adesso amica mia, adesso che ti ho rivista, bella come allora, come quando passavi da me e mi abbracciavi, lo stesso abbraccio che oggi non mi lasciavi più.
Sono passati molti mesi, troppi senza guardarti negli occhi, ma te l’ho detto subito, dopo due minuti che mi parlavi, ti vedo più matura, sei cambiata, sei più forte, percepisco la crescita.
Che bella Alessandra, che bello ritrovare il cuore smarrito nelle ombre del tempo che passa, nella paura di un futuro che non basta e sentirti dire di quello che è stato con i tuoi vecchi amori, e sapere che hai superato tutto e raccogli semi nuovi.
©Tony

Rendiamo grazie

Per chi ama veramente
e chi sogna nel presente
per chi combatte sempre
e chi chiude gli occhi e poi s’arrende.
Rendiamo grazie.
Quando un amico è sempre accanto
anche se la sera torna a casa stanco
quando un bambino è il mondo
anche se poi il mondo vero è violento.
Rendiamo grazie.
Se parli piano e nessuno ti sente
ami forte ma risulti assente
se sei felice anche se non conti niente
respira forte e tienimi con te.
Rendiamo grazie.
Grazie all’anima che vive dentro
all’uomo che si riconosce contro
alla società che si sta avvelenando
a te che piangi mentre mi stai abbracciando.
Rendiamo grazie a chi ci crede ancora
al desiderio espresso di chi si innamora
alla fede se non ci abbandona
alla risata che la paura allontana.
©Toni M 2019 (15 ottobre 2019)

Sono nato

Sarò capace di far volare l’aquilone sospinto dal vento? Saprò fermare il tempo quando il pallone finirà dall’altra parte del recinto, e il me bambino spenderà gli ultimi spiccioli per far mangiare il mendicante nascosto in un racconto?
Nel frattempo, il contadino in fondo al campo renderà il pallone ai giocatori nel parco, ragazzi sperduti nei corridoi delle somiglianze ingannatrici, che ti sorprendono a pensare “questo vuoto l’ho vissuto” , ero ancora un feto nel reale immaginato e qualcuno ci ha creduto. Siamo tutti un gelato sciolto nelle mani di chi ora sta piangendo a dirotto, era stato un capriccio io l’avevo detto.
Sono nato ma non mi pento.

©Tony M 2019 (13 ottobre, il primo nuovo scritto del nuovo corso)

Citylights24

Da questo blog comincia il mio nuovo percorso di blogger qui su WordPress. Sono Tony, qualche tempo prima unododici, ho abitato questa piattaforma per una decina di anni fino a quando ho deciso di smettere, un mese fa, ma la nostalgia è tanta e per ricominciare ho deciso di ripartire da zero. Chi vorrà essere ancora con me è il benvenuto.

Il nome del blog e relativo indirizzo sono un omaggio a una delle più belle pellicole cinematografiche mai realizzate, autore l’immenso Charlie Chaplin. Questo blog ha uno spazio attivo anche su Instagram, con lo stesso nome.

BorderMinds

Illustrazioni, poesie, riflessioni

DestinodiLux

"Una persona che non ha mai fallito è una persona che non ha mai tentato"

Scritture Barbariche - Il blog di Barbara Baraldi

Blog letterario, consigli di scrittura creativa, fumetti, recensioni e riflessioni sull'editoria, sull'arte e... su tutto il resto

moracea bigoli .

una donna trasparente costituita di dettagli irrilevanti. ho l'anima in fiamme e lo stomaco pure.

L'Arte della Ricerca

Che cos'è la ricerca se non un appuntamento al buio con la conoscenza? (Will Harvey)

Nasi Deformati

Pensieri, frustrazioni, speranze e illusioni

(my)myricae

Confusion will be my epitaph

Anthea the Charis

“ È tutta colpa della luna, quando si avvicina troppo alla terra fa impazzire tutti"

Io mi salvo da sola

Donne e parole. Che curano.

OLTRE IL CANCELLO

Le stagioni passano e il tempo fugge via

lila and your smile

Un sorriso può aiutare a Vivere

Memorabilia

Mille sono i modi di viaggiare, altrettanti quelli di raccontare.

acutamente

la mente è tutto in potenza e in atto niente

Il mio angolo

Quando trovo in questo mio silenzio una parola scavata, è nella mia vita come un abisso(G.Ungaretti)

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora